News

CYBERSICUREZZA: PREOCCUPANTE CRESCITA DEI CYBER ATTACCHI NEL PRIMO SEMESTRE 2018

Il Rapporto CLUSIT (Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica), presentato di recente al Security Summit di Verona, ha evidenziato come nel primo semestre 2018 vi sia stata una rapidissima e preoccupante evoluzione delle minacce informatiche.  

I 730 attacchi gravi, registrati a livello globale e analizzati dagli esperti CLUSIT, corrispondono ad una crescita del 31% rispetto al semestre precedente; si tratta di valori in assoluto più elevati di sempre.

In Italia la media mensile degli attacchi è stata di 122, con un picco rilevato nel mese di febbraio di 139, il valore più alto degli ultimi 4 anni e mezzo.

Gli attacchi informatici "dimostrano la capacità e la determinazione degli attaccanti, che puntano a massimizzare il risultato economico con un approccio tipico della criminalità organizzata".

La categoria che aumenta di più è quella degli attacchi “Multiple Targhets”, attacchi gravi compiuti in parallelo dagli stessi aggressori a numerosi organizzazioni, in aumento del 15% rispetto ai sei mesi precedenti.

Il “malware semplice”, software dannoso prodotto industrialmente a costi sempre più bassi, con il 40% del totale è il vettore di attacco ad oggi più utilizzato.

La considerazione più preoccupante che emerge dalla ricerca CLUSIT è che gli aggressori riescono a realizzare attacchi di successo contro vittime teoricamente strutturate con relativa semplicità e a costi molto bassi.

Ransomware e Cryptominers rappresentano ancora oggi il 43% del "malware semplice" utilizzato ai cybercriminali.

I dati del rapporto CLUSIT 2018 evidenziano anche come in Italia gli investimenti in sicurezza, pur essendo aumentati, risultano insufficienti col rischio che anche gli attacchi più banali, ad esempio basati su ransomware, possono causare danni enormi.

Ancora una volta viene ribadito quanto sia importante per le Aziende investire in sicurezza.

La protezione del patrimonio aziendale passa attraverso la consapevolezza e la conoscenza delle minacce a cui possiamo quotidianamente essere esposti e fondamentale è l’approccio basato sulla valutazione del rischio per massimizzare l’efficacia degli investimenti.

Non si può rinunciare a proteggere il proprio valore; è indispensabile intervenire al meglio sia sui dati che sugli strumenti che li elaborano (PC, rete e server) ciò per non mettere a rischio la continuità operativa.

La sicurezza informatica non è un prodotto ma un processo, Binary Lab è a disposizione con consulenze per soluzioni strategiche personalizzate con analisi del rischio, misure di sicurezza, back-up dati, monitoraggio del sistema informativo.

“La sicurezza informatica è un investimento, non un costo”


 

Fonte: Ansa-Tecnology

I nostri Partner